Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Mi ama, non mi ama?

I "divanisti" del reddito di cittadinanza finiranno per sfogliare margherite, in attesa di vedere in carne e ossa un navigator.

di Giuseppe Turani |

Ormai il governo gialloverde è oltre l’immaginazione, in una sorta di iperspazio, di regione quantica dove tutto è possibile. Prendiamo i famosi navigator. Il navigator, tecnicamente, è un disoccupato che viene assunto dalle regioni (temporaneamente) per trovare almeno tre lavori ai percettori del reddito di cittadinanza (così vanno a lavorare, mica sul divano…). Insomma, un cieco che aiuta i ciechi a attraversare la strada.

All’inizio, i navigator dovevano essere un esercito, dieci mila. Poi sono stati ridotti a sei mila, e adesso a tre mila.

Fatti due calcoli, ognuno di essi dovrà occuparsi di 12 mila giovanotti seduti sul divano, trovando loro diversi lavori e spronandoli a accettarne almeno uno. Se la matematica è sempre quella, però, questo significa che ogni navigator potrà vedere un suo assistito per un giorno ogni quattro anni. In questo breve spazio di tempo, un lampo, dovrebbe scovare un impiego per il nulla facente di Matera o di Catania.

Alcuni, però, non vedranno un navigator prima di due-tre-quattro anni. E staranno sulla porta di casa, con la camicia appena stirata e la fidanzata che li incoraggia. Ma invano. Niente navigator. Senza contare che molti di questi giovanotti potrebbero decidere, invece di andare alla ricerca di disoccupati volonterosi, di andare al bar a giocare a biliardo. Mica Di Maio li può controllare tutti.

Siamo cioè nel campo della truffa sociale: si promette una cosa che non potrà mai essere fatta.

Anche perché siamo in recessione. E questo significa che nel 2019 l’Italia farà meno cose (prodotti e servizi) di quanto non abbia fatto nel 2018. Quindi avrà bisogno di meno gente al lavoro. Ma, se farà meno cose, perché mai avrebbe la necessità di mobilitare l’esercito dei “divanisti”? Per fare cosa? Sfogliare le margherite: mi ama, non mi ama? È questo uno dei lavori a cui si sta pensando?

In realtà, l’unica cosa seria di cui occuparsi sarebbe la crescita (cantieri, cantieri e ancora cantieri…). Ma i cantieri, così pieni di gente operosa, di macchinari, di cose che vengono su, non piacciono ai 5 stelle.

Allora si punta tutto sui navigator e le margherite.