Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Accozzaglia di balordi

I grillini stanno deragliando, idiozie sempre più grandi, senza più limiti.

di G.T. |

Giuliano Pisapia, ex sindaco di Milano, è persona per bene, discende da una famiglia di avvocati, è mio amico e mio avvocato. Non gli si conoscono colpi di testa, sempre misurato e gentile. Ma su questa storia dell’abolizione della prescrizione (subita dal Pd) sta giustamente perdendo la pazienza. E con ragione.

Si fa fatica (io non ci sono riuscito) a capire perché i grillini si siano infilati in questa faccenda orrenda: va bene essere scemi, ci sta, ma fino a un certo punto. L’idea che anche fra trent’anni mi vengano a contestare un divieto di sosta dell’altro ieri dovrebbe far rabbrividire chiunque. Si tratta di un non-senso giuridico e umano. Come ho già scritto, è giusto che lo Stato a un certo punto, se non è riuscito a provare le sue accuse, lasci libero il cittadino di andare per la sua strada.

Ma i grillini, va detto, sono sempre più bizzarri. L’altra loro pensata è quella di dare a tutti un indirizzo web e una password, a cura dello Stato, che così avrebbe in mano tutte le password dei suoi cittadini. Nemmeno Stalin. Fine della privacy, inizio del regime più che fascista, orwelliano.

Non si capisce in quale scantinato oscuro, maleodorante, e con la compagnia di quali bottiglie, vengano pensate queste cagate, che sanno di qualcosa di peggio del fascismo.

La conclusione alla quale si arriva è semplice, purtroppo: i grillini non sono migliorabili. Devono solo sparire. Con tanti saluti al grillino capo, il capocomico genovese che si credeva un grande politico e era solo un balordo.