Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

A Renzi serve Mara

Italia Viva ha un senso se riuscirà a costruire un forte centro.

di Giuseppe Turani |

Il mondo intero è in ansia per i venti di guerra che spirano sulla sponda Sud del Mediterraneo, noi, più moderni e up to date, siamo in ansia per la sorte di Giggino Di Maio, un bibitaro diventato ministro degli Esteri. Secondo” Il Fatto”, che è un po’ il giornale di casa dei grillini, la decisione di farlo fuori sarebbe già stata presa. Lui nega con violenza e sostiene di essere sempre il capo politico dei 5 stelle.

La faccenda, come si può immaginare, non è di alcuna rilevanza, potrebbe anche scappare all’estero con Belen e nessuno gli correrebbe dietro.

La questione vera, complicata, sta altrove, e cioè nel Pd. Cerchiamo di riassumere. I grillini, con Di Maio, sono già in fila per il loro funerale, ma pensano che sia quello di qualcun altro. Forza Italia non pervenuta: Berlusconi, 83 anni, ha ribadito che il gran capo rimane lui, e amen, si estingueranno insieme.

Salvini sta raccattando tutto quello che di destra esiste in Italia: è una specie di discarica, tutti i rifiuti corrono a lui, l’Italia peggiore si ammucchia sulle sue sponde. Lui è felice come una Pasqua, ma con quella gente, al massimo, potrà assaltare qualche rosticceria, non certo governare l’Italia.

Nel Pd la questione è più complessa. Erano talmente assonnati, assenti, che Renzi ha dovuto andarsene. Ma lo stesso Renzi, se non ci saranno novità, fra un po’ dovrà alzare bandiera bianca. Ha fatto un partitino del 4-5 per cento, sono tutti amici, si vogliono bene, sono intelligenti, ma non contano un tubo.

Per avere un senso politico, costruire una forte novità di centro, Italia Viva dovrebbe appunto attirare forze di centro, dovrebbe svuotare Forza Italia. Il che significa almeno Mara Carfagna, che non solo è bella, ma da quelle parti sembra essere l’unica a aver capito che cosa è la politica.

Con Mara al suo fianco, l’Italia Viva di Renzi sarebbe di colpo un’altra cosa. Forse meno omogenea, ma assai più interessante e con maggiori prospettive.

Insomma, Italia Viva e Renzi hanno un senso, servono a qualcosa, se sfondano al centro. In caso contrario saranno solo un episodio triste della triste storia della sinistra italiana.