Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Primo Piano

La nuova Grande Depressione

La crisi è gravissima. E sarà lunga.

di Giuseppe Turani |

E’ inutile girarci intorno. Siamo in recessione. Una grande recessione, mondiale. Più grave di quella del 1929. Quella, la Grande Depressione, aveva origine in comportamenti umani, terreni, comprensibili. Quando  la magia della storia regalò agli Stati Uniti la presidenza di Franklin Delano Roosevelt (eletto poi per quattro volte di fila) la depressione fu sconfitta e il mondo tornò a respirare. Anche se aveva un appuntamento tremendo, quello con la seconda guerra mondiale.

Oggi è peggio. Tutto dipende dal coronavirus, entità sfuggente e imprendibile, sembra. O se ne va, ma pare impossibile. O si trova un vaccino efficace. Ma anche in questo secondo caso ci sarà un problema: come si vaccina un intero pianeta? Chi lo fa? Chi paga?

Tutti questi che fanno i sicuri (le scuole cominciano…, ripartiamo…) sparano minchiate a caso. Se a settembre dovesse arrivare una seconda ondata, a scuola ci va la signora Azzolina.

Insomma, questo maledetto virus è proprio una tragedia. Venirne fuori sarà faccenda lunga e complessa.

Buona giornata.