Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Primo Piano

L'età dei cretini

Metà della popolazione diffida dei vaccini anti covid. All'origine di tutto ciò c'è Beppe Grillo.

di Giuseppe Turani |

Ce la faremo. In fondo abbiamo superato il fascismo e le difficoltà della ricostruzione. Certo, fa impressione che nell’Italia 2020, istruita e mediamente benestante, acculturata, ci siano ancora tanti no vax. Tutti viviamo di medicine, tutti ci curiamo, alcuni sono scampati a malattie pesanti e complesse, e sono vivi, fra di noi, lavorano, pensano, amano. Alcuni hanno addirittura installati nel corpo pace maker, defibrillatori e altri congegni. E vivono.

Eppure, c’è una quota grande, si dice vicina al 50 per cento, cioè metà popolazione, convinta che dentro i vaccini ci sia chissà quale diavoleria. La responsabilità per questa ignoranza di massa (una novità per il nostro paese) va fatta risalire a un solo personaggio: Beppe Grillo.

Portatore di un singolare comunismo-qualunquismo, nella tarda età si è fatto veicolo di una serie di scemenze (voleva chiudere la Fiat, distruggere tutti i computer, ecc.). Il suo sogno, delirio, sarebbe un ritorno a non si sa bene quale civiltà. Il medioevo, ma anche molto prima.

In realtà, si tratta solo di una pasticcione molto confuso che ha avuto scarso successo nella sua professione di comico e che adesso ha trovato una seconda vita in questa attività di guru, di ispiratore delle masse.

Suppongo che sia sodisfatto. Se cercava un po’ di successo, come credo, lo ha trovato. Il prezzo, molto alto, lo stiamo pagando noi, con un paese percorso da scemenze che farebbero ridere un bambino (che cosa c’è nei vaccini? E che cosa c’è nell’aspirina?, Balordi).

Siamo diventati un paese che affronta i disagi del mondo moderno con gli strumenti di un’infanzia sfortunata: superstizioni, diffidenze inutili, cialtronerie.

Grillo, questa è purtroppo la verità, ha sdoganato gli idioti che si aggiravano tra di noi, ma che almeno stavano un po’ zitti. Adesso, invece, tutti hanno il diritto di dire la loro cretinata e anche di pretendere che sia ascoltata.

Gli scienziati (quelli veri) sono irrisi (anche se di questi tempi ci hanno salvato la vita). In compenso si dà ascolto a quelli che pretendono di curare il cancro con il bicarbonato.

Questo non è nemmeno medioevo, è qualcosa di molto peggio.