Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

La maleducazione

Richard Gere sulla Open Arms con i migranti. Salvini: prendi il tuo jet e portali a Hollywood.

di G.T. |

Poi c’è il capitolo maleducazione internazionale, un’altra specialità del nostro bullo. Uno degli attori più simpatici e famosi nel mondo, Richard Gere, legge le cose che avvengono nel Mediterraneo. Prende un aereo e vola fino a Lampedusa. Riempie una barca di viveri e acqua e raggiunge la nave Ong Open Arms, sale a bordo e distribuisce tutto all’equipaggio e ai migranti (gli “ospiti”). Chiacchiera con i migranti, mostra la foto del figlio, raccoglie le testimonianze (terribili) delle signore. E annuncia che domani terrà una conferenza stampa per chiedere che ai migranti venga consentito di sbarcare a Lampedusa, visto che sono più di 100 e che sono in mare da più giorni perché Salvini si rifiuta di farli scendere.

Risposta di Salvini, in cui c’è tutto il bullo padano e il miserabile ometto di partito: li carichi sul suo jet privato e se li porti a Hollywood.

Già, tu di jet privati (non avendo mai fatto niente nella vita) hai visto solo quelli di Stato (pagati da noi) e a Hollywood ti farebbero comunque pagare il biglietto, ammesso che ti facciano entrare.

Domani, Richard Gere, grande attore e persona per bene (ha donato soldi anche per i terremotati italiani) ti spiegherà che cosa è la cortesia e come si trattano le persone.

Ti darà una piccola lezione di stile e di vita.

Non la capirai. Ma non importa.