Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Primo Piano

Tutto quello che i grillini ignorano

Cino Moscatelli farà parte della Costituente come "operaio tornista".

di Giuseppe Turani |

La politica italiana ormai è una specie di pentolone dove sta cuocendo di tutto. Cotiche, pezzi di manzo, soprattutto grillini e anche Zingaretti e Orlando. Grillo, Di Battista. E infine Anna Ascani per insaporire.

I grillini, come i leghisti, sono sette chiuse. Non solo non sanno niente. Ma difendono strenuamente la loro ignoranza. Di fatto leggono solo i titoli dei post di Salvini e di qualche altro, tutta gente che la BCC inglese ha classificato fra i più grandi spacciatori di bufale del pianeta. Adesso sono tutti inferovorati contro il Mes, fin quasi alla crisi di governo. Il Mes, tecnicamente, è questa cosa: l’Europa ci presta 37 miliardi al tasso dello 0,1 per cento per dieci anni. Se un signore entrasse nel loro bar del Giambellino con una simile proposta, farebbero a botte per accettare e dopo un minuto sarebbero in fila davanti al concessionario della Jaguar. In politica, invece no. Opposizione dura pura.

Tentare di dare un po’ di cultura a questi asini testardi è impossibile. Ma non si sa mai.

1- I trattati istitutivi dell’Unione si chiamano “di Roma” perché furono firmati dai paesi aderenti in Campidoglio a Roma.

2- Fu un atto di generosità nei nostri confronti: noi avevamo combattuto contro tutti gli atri paesi europei e avevamo perso.

3- De Gasperi, con lo straordinario discorso alla conferenza di pace di Parigi e poi con l‘avventuroso viaggio in America, da cui torna con i soldi per avviare la ricostruzione e con un asse preferenziale con gli Stati Uniti riuscì a farci rientrare fra i buoni.

4- Uno dei palazzi dell’Europa è intitolato a Altiero Spinelli. E c’è una ragione storica. Altiero, insieme a Ernesto Rossi, Eugenio Colorni, Ursula Hirschmann (moglie di prima di Colorni, poi Spinelli, quando Colorni, capo dei socialisti milanesi, viene fucilato, Spinelli adotterà tutte le figlie di Colorni) scrive il famoso Manifesto di Ventotene in cui si auspica la creazione degli Stati Uniti d’Europa. Il fratello Veniero sarà invece pilota d’aereo nella Brigata Malraux durante la guerra di Spagna. In America sposerà una Warburg, una delle famiglie di banchieri d’affari più potenti del mondo e grandi amici degli ebrei e dei fuggitivi dal nazismo (ai quali la famiglia procurerà riparo in America). È lei, insieme a Eleanor Roosevelt che manda a Marsiglia Varian Fry per far fuggire in America gli intellettuali rimasti intrappolati dal regime nazista. Varian Fry, che è abile, ha solo una lettera privata della stessa Eleanor con la quale si pregano tutte le autorità americane in Europa di dargli il massimo appoggio. Varian farà fuggire più due mila persone, fra le quali il fratello di Thomas Mann. Dopo la guerra Veniero e la Warburg si trasferiranno a Roma.

5-L’Europa, come si vede è anche, da subito, molto italiana. È per questo che un palazzo a Bruxelles è intestato a Altiero Spinelli e che i trattati costitutivi vengono firmati a Roma.

6- Questo spiega perché in Europa siamo amati.

7-Grillini e leghisti sono invece ferocemente contro l’Europa, ma solo perché sanno niente. Senza Europa e senza Stati Uniti oggi non ci sarebbe nemmeno l’Italia.

8- Chiudo con un ultimo aneddoto. Quando Maria José, principessa belga, ma sposata al principe ereditario d’Italia, è rifugiata in svizzera, decide di rientrare clandestinamente in Italia. Varca di notte le alpi, sugli sci, accompagnata da alcune guide alpine. Al confine trova i partigiani che le faranno da scorta fino al Castello di Rivoli. E quando Cino Moscatelli, un operaio, capo dei partigiani, se la trova davanti impiega venti secondi a offrirle il comando generale del Corpo Volontari della Libertà, cioè dei partigiani combattenti. Quella era gente che sapeva fare politica. Lei accetta subito. Ma il Re dice no. Lei comunque, rimane con i partigiani fino alla Liberazione, che festeggerà insieme a loro.

9- Ecco, un po’della storia italiana è questa.

10- È una storia bella, con tanti eroi e tanta Europa. Solo ignoranti, capre, come Grillo e Salvini possono avervi convinti che noi italiani si sia altro: siamo europei e occidentali. Questa è l’unica identità che abbiamo.

E ne siamo orgogliosi.