Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Primo Piano

La ripresa lenta

L'economia si sta muovendo, ma con molta calma.

di G.T. |

La ripresa che c’è e non c’è. Come si vede dal grafico riprodotto la produzione si è mossa verso l’alto, e quindi è corretto affermare che c’è ripresa in questo momento. D’altra parte, fino a poche settimane fa c’era il blocco  totale di tutto. Basta aprire due laboratori e si ha un’impennata. Conviene, però, notare subito che a questo punto, a livello mondiale siamo sui valori del 2016, cioè di quattro anni fa.

Secondo me, la ripresa non potrà essere veloce e importante perché un paese dove bisogna ancora fare la fila dal panettiere e al ristorante si può andare solo con mille cautele ha oggettivamente dei limiti. D’altra parte sembra che il vaccino (l’unico elemento in grado di liberarci dal coronavirus) non sia così vicino. Trump sperava che fosse pronto prima delle elezioni presidenziali di novembre, in modo da potersene vantare e fare tombola. Ma sembra che gli americani siano più indietro di italiani e inglesi.

Insomma, la faccenda potrebbe andare per le lunghe. A meno di positive sorprese, il vaccino non arriverà fino alla  primavera del 2021. Fino a allora bisognerà soffrire e l’economia viaggerà sui livelli di quattro anni fa.