Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Villaggio Globale

Copyright, l'Europa cambia le regole

Il parlamento europea approva la nuova normativa. Che avrà un grosso impatto su Google e Facebook.

di Redazione |

Il Parlamento europeo ha approvato la riforma del diritto d'autore (qui il testo integrale votato in aula). Una norma molto discussa e controversa che è passata in aula con una maggioranza solida: sono stati 348 i voti a favore, 274 i contrari e 36 gli astenuti

L’Europa ha dunque preso una posizione netta in favore di chi crea contenuti. Una decisione dalle conseguenze imprevedibili e che rischia di mettere in discussione il modello di business finora adottato dai big americani dell’hi-tech, in particolare Google e Facebook.

Le nuove norme consentiranno infatti a chi crea e pubblica notizie di negoziare un equo compenso con i giganti del web. L’obiettivo del parlamento europeo è infatti quello di tutelare artisti e editori che ogni giorno vedono rimbalzare su altri siti in rete i contenuti originali da loro creati e diffusi senza alcun riconoscimento di tipo economico.

Per l’entrata in vigore della legge occorre ancora un po’ di tempo. Nelle prossime settimane il testo dovrà essere approvato dal consiglio europeo. Una volta pubblicato sulla gazzetta ufficiale europea, i singoli stati avranno 24 mesi di tempo per trasferire la normativa nella loro legislazione.