Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Villaggio Globale

Deliveroo cresce ancora e supera le 100 città

Continua il piano di rapida epsansione in Italia. A ottobre il servizio di consegna a domicilio si allarga a 16 nuovi comuni. 

di Redazione |

Continua la rapida crescita di Deliveroo in Italia. Il gruppo sbarca con il suo servizio di consegna di cibo a domicilio in 16 nuovi comuni arrivando così a coprire oltre 100 città, 114 per l’esattezza. Un obiettivo importante che la piattaforma leader dell’online food delivery vuole celebrare riservando ai consumatori una speciale promozione: la consegna gratuita per tutta la durata del mese di ottobre.

Non solo. Il gruppo ha anche deciso di avviare una sponsorship con la Federazione Italiana Giuoco Calcio, per sostenere uno dei simboli a cui gli italiani sono da sempre maggiormente legati: la maglia azzurra. E ha inoltre rafforzato la partnership con McDonald’s allargando il bacino di punti vendita in cui è disponibile il servizio di consegna a domicilio dei menù più celebri della catena di fast food.

«Superando quota 100 città, raggiungiamo un obiettivo estremamente importante» afferma Matteo Sarzana, General Manager di Deliveroo Italia. «Si tratta – aggiunge - di un passaggio fondamentale della nostra espansione che avviene nel mese in cui celebriamo i 4 anni di presenza in Italia. L’espansione territoriale prosegue in modo sempre più intenso. Crediamo nell’Italia e abbiamo grande fiducia nel mercato italiano».

In particolare, i 16 comuni nei quali Deliveroo attiverà i propri servizi di consegna del cibo nel mese di ottobre sono: Caserta, Pomigliano d’Arco, San Prisco, Asti, Settimo Torinese, Nuoro, Sestu, Frosinone, Cosenza, Rende, Falconara Marittima, Cecina, Santa Maria degli Angeli, Viserbella e Lipomo e Busnago. In queste città, Deliveroo collaborerà, nei prossimi mesi, con più di 100 nuovi ristoranti partner e offrirà importanti opportunità di collaborazione a chi cerca un lavoro flessibile: attualmente sono aperte posizioni per 100 nuovi rider nelle nuove città.

Anche il 2019 si conferma dunque un anno di forte espansione per la piattaforma italiana che mostra tassi di crescita particolarmente brillanti e che conta a fine anno di allargare ulteriormente la propria presenza arrivando a 150 città.

Basti pensare che all’inizio del 2018 Deliveroo era presente in appena 12 città italiane, arrivando alla fine dello stesso anno a coprire ben 34 comuni, triplicando praticamente il numero delle città raggiunte. Un’espansione territoriale che ha permesso di chiudere lo scorso anno con ricavi da vendite e servizi in crescita del 130 per cento a 14 milioni di euro, da 6,1 milioni di euro nel 2017, e profitti pari a 1,5 milioni.

Dietro questa rapida crescita c'è anche il sostegno della casa madre, la britannica Roofoods Ltd, che continua a credere nelle potenzialità del mercato italiano. «Vogliamo diventare la società di riferimento mondiale del food delivery», dichiarava qualche anno fa Will Shu, CEO e co-fondatore insieme a Greg Orlowski, nel 2013, di Deliveroo. Un obiettivo ambizioso che sembra si stia realizzando. A livello internazionale il gruppo collabora con oltre 80mila ristoranti e 60mila rider con una presenza in oltre 500 città in 14 Paesi tra cui Australia, Belgio, Francia, Germania, Hong Kong, Italia, Irlanda, Olanda, Singapore, Spagna, Taiwan, Emirati Arabi Uniti, Kuwait e Regno Unito.