Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Villaggio Globale

Morgan Stanley rileva E-Trade

La banca americana acquista per 13 miliardi di dollari il gruppo che fu pioniere nel trading online.

di Redazione |

E-Trade, il gigante americano del trading online, finisce nelle voraci fauci di Morgan Stanley. L’operazione, che sarà portata a termine entro fine anno dopo le necessarie autorizzazioni da parte delle autorità competenti e dopo l’ok del board di E-Trade, prevede un esborso di 13 miliardi di dollari attraverso uno scambio azionario, pari a un’offerta di circa 58,74 dollari per ogni azione E-Trade, con un premio del 30 per cento sul valore di ieri delle azioni dell'intermediario online.

Immediata dunque la reazione a Wall Street, con Morgan Stanley in flessione del 3,45 per cento e la piattaforma di trading in rialzo che vola sopra i 56 dollari con un salto in alto del 25 per cento. 

La guerra al ribasso delle commissioni, che ha avuto il suo apice lo scorso autunno quando Charles Schwab ha eliminato le commissioni per lo scambio di azioni e fondi, ha finito per indebolire il settore del trading online, che un anno fa ha visto la fusione da 26 miliardi di dollari tra la stessa Charles Schwab e la rivale TD Ameritrade.  

Per Morgan Stanley l’acquisizione di E-Trade ha un forte significato in quanto rappresenta la più grande operazione da parte di un gruppo finanziario dai tempi della Grande Crisi. E rappresenta anche un’importante svolta per la propria attività, che si sposta dai grandi patrimoni ai piccoli investitori. E-Trade porta infatti in dote 5 milioni di clienti retail.