Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Villaggio Globale

Record in borsa per Facebook

Piace il lancio degli Shops, che trasformano i social delle aziende in vetrine per lo shopping. 

di REDAZIONE |

Facebook fa di nuovo centro. Entra a gamba a tesa nel promettente mercato dello shopping online e il titolo in borsa raggiunge il nuovo record storico di 234 dollari, grazie a un progresso dell’1,7 per cento (che si aggiunge al balzo del 6,4 per cento di ieri). Il titolo è tra i pochi a muoversi in controtendenza rispetto agli indici di Wall Street, in flessione dopo gli importanti guadagni delle ultime sedute.  

In calo (-1,2 per cento) oggi anche Amazon - di cui in prospettiva Facebook si prepara a diventare un competitor - altro titolo che ieri aveva raggiunto il nuovo massimo storico di 2.497,94 dollari grazie a un progresso di quasi il 2 per cento.

A far scattare gli acquisti sul titolo della società di Zuckerberg è stato l’annuncio, martedì, della nascita di Facebook Shops, nuova creatura di e-commerce rivolta direttamente alle aziende, specie quelle di piccole-medie dimensioni. Attraverso questa funzionalità, le aziende potranno trasformare i loro profili Facebook e Instagram in vetrine virtuali rendendo così più immediato l’acquisto di prodotti attraverso i social. Si tratta di una tecnologia messa a punto da Facebook, che il gruppo mette a disposizione gratuitamente.

L’iniziativa ha entusiasmato gli analisti, che vedono uno sviluppo molto interessante per Facebook Shops e Instagram Shops. Un business che potrebbe far entrare nelle casse della società svariati miliardi di dollari, scompaginando il settore.

“Viste le dimensioni di Facebook, sia come utenti (2 miliardi di utenti attivi al giorno) che come aziende (160 milioni di piccole imprese usano già ora gli strumenti gratuiti di Facebook per raggiungere i clienti), crediamo che questo prodotto abbia il potenziale per accelerare la penetrazione dell’e-commerce e cambiarne il panorama”, commenta Erica Furfaro, Senior Research Analyst di Clearbridge Investments (gruppo Legg Mason), sottolineando come Facebool Shops rappresenti “una potenziale minaccia per marketplace come Etsy e eBay, soprattutto se Facebook avrà successo nel creare un’alternativa a queste piattaforme”.

Gli Shops, come ha spiegato lo stesso Zuckerberg in una diretta streaming, si inseriscono in un momento economico molto particolare in cui le aziende hanno bisogno di ripartire dopo la pausa forzata di lockdown che ha interrotto l’attività dei negozi fisici. Con gli Shops, commercianti, ristoratori e piccoli imprenditori potranno incentivare gli acquisti online dei loro prodotti attraverso i social.

Non è il primo tentativo di ingresso nel settore e-commerce, dove Facebook ha messo già da tempo un piede, sia nel B2C, attraverso la funzione Instagram Checkout, che nel C2C con il Marketplace di Facebook. La nuova funzionalità rappresenta un ulteriore passo in avanti, e probabilmente non l'ultimo.