Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Moda e Design

Supreme e Stone Island di nuovo insieme

Dalle due icone dello streetwear nasce una nuova  collaborazione. 

di Redazione |

Ressa davanti al negozio Stone Island di corso Venezia a Milano fin dalla mattina. Tanti giovani, soprattutto asiatici, in coda e in attesa di entrare…, altrettanti visibilmente soddisfatti davanti allo store tenendo tra le mani o sulle spalle enormi sacchetti bianchi con il logo del celebre brand di streetwear.  

Inutile dire che la nuova collezione per la spring summer 2019 nata dalla collaborazione di Stone Island con l’iconico marchio newyorkese Supreme è un evento da sold out. In commercio da oggi, 14 marzo, nei negozi Stone Island e Supreme - come sui rispettivi siti stoneisland.com e supremenewyork.com – il copione è stato rispettato.

Già nel 2017 i due gruppi avevano deciso di gestire una capsule collection. Un successo che oggi viene replicato ma estendendo la collaborazione a una linea più articolata e vasta che spazia dai giacconi ai gilet, dai pantaloni cargo ai bermuda, dalle T-shirt ai cappellini.

Per l’occasione è stato introdotto il «new silk light» un materiale lucido che trae ispirazione da uno storico tessuto Stone Island degli anni ’80 e che si ottiene attraverso una spalmatura poliuretanica finemente zigrinata su di una base in nylon, a conferma dell’elevato studio dei materiali che accompagna da sempre i capi di Stone Island.

Si legge sul Corriere della Sera che fu proprio il proprietari di Supreme, James Jebbia, a voler incontrare nel 2017 Carlo Rivetti, il lungimirante imprenditore che nel lontano ’83 fondò il brand Stone Island. E fu Jebba a insistere per la prima collaborazione tra i due marchi. Un’intesa sfociata in un’amicizia che oggi trova il suo apice nella nuova collaborazione.