Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Il potere economico

Frenata americana

Il secondo trimestre è il più debole da quando Trump è arrivato alla Casa Bianca. Corrono i consumi ma crollano gli investimenti. 

di Redazione |

Un secondo trimestre superiore alle attese degli analisti, ma comunque in frenata rispetto ai primi tre mesi dell’anno. L’economia americana rallenta il passo nei mesi primaverili con il Pil salito del 2,1 per cento, un punto percentuale in meno rispetto al +3,1 per cento dei primi tre mesi. Le attese erano per un aumento dell’1,8 per cento. Si tratta del trimestre più debole da quando Donal Trump si è insediato alla Casa Bianca.

A trainare il Pil sono stati soprattutto i consumi, cresciuti di un robusto +4,3 per cento (+4 per cento atteso), in netta ripresa rispetto al preoccupante +0,9 per cento del primo trimestre. Si tratta dell’incremento maggiore dal 2014. Il dato ridà fiducia nell’espansione, considerando che la spesa per consumi contribuisce in generale al 70 per cento del Pil degli Stati Uniti.  

Nonostante la ripresa dei consumi, l’economia americana ha segnato il passo. Pesano le tensioni commerciali che vedono contrapposte Usa e Cina. Il rallentamento riflette in particolare il calo degli investimenti e dell’export. Gli investimenti hanno registrato una contrazione del 5,5 per cento, dato peggiore dal quarto trimestre 2015.

Nel complesso il dato riflette le preoccupazioni del capo della fed, Jerome Powell che la prossma settimana dovrebbe tagliare il costo del denaro di un quarto di punto per sostenere l'economia e stimolare l'inflazione. I mercati danno ormai per scontato il taglio e assegnano il 56 per cento di probabilità ad altri due ribassi nel corso dell'anno.

Il Pil è dunque rallentato nel secondo trimestre mente le trimestrali, in uscita in questo periodo, relative allo stesso periodo stanno mostrando risultati ben superiori alle attese convincendo gli analisti che, sebbene in frenata, l'economia Usa riesca a restare sufficientemente forte da poter sostenere gli utili.